Preparazione dei file


Di seguito puoi vedere le caratteristiche tecniche dei file da stampare.


Le sagome possono essere scaricate nella pagina di ciascun prodotto (sempre che si tratti di prodotti dalla forma non rettangolare).

Stampa generale

  • File PDF
  • Risoluzione di 300 ppp
  • 2 mm di abbondanza
  • Formato CMYK

Indietro

Stampa di carte da gioco

  • File PDF multi-pagina con tutte le lettere (una lettera per pagina)
  • Risoluzione di 300 ppp
  • Margine bianco indicato nella sagoma
  • Formato CMYK

Le carte devono rispettare il margine bianco indicato nel modello. Se desideri stampare le carte fino al bordo (senza margine bianco) devi contattarci per ricevere una serie di indicazioni e un preventivo personalizzato.

Indietro

Stampa lenticolare - effetto flip flop

  • File PDF con le 2 immagini
  • Risoluzione di 300 ppp
  • 2 mm di abbondanza
  • Formato CMYK

Le immagini colorate e con texture funzionano meglio. Allo stesso modo, l'effetto visivo ha risultati migliori con immagini simili tra loro.

I colori spot (soprattutto il bianco) non sono la scelta migliore per la stampa lenticolare poiché non "coprono completamente" l'immagine che c'è "dietro". Quando ciò accade, si dice che ci sia un "effetto fantasma". Ad esempio, se un'immagine nera e un'immagine bianca intervengono in un flip flop, la modifica non sarà pulita ed efficace. L'immagine nera verrà visualizzata correttamente, ma l'immagine bianca potrebbe perdere luminosità e mostrare tracce dell'altra.

Indietro

Stampa lenticolare - effetti motion e zoom

  • File PDF con tutte le immagini (raccomandiamo l’uso di 4, 8 o 12 immagini)
  • Risoluzione di 300 ppp
  • 2 mm di abbondanza
  • Formato CMYK

Le immagini colorate e con texture funzionano meglio. Allo stesso modo, l'effetto visivo ha risultati migliori con immagini simili tra loro.

I colori spot (soprattutto il bianco) non sono la scelta migliore per la stampa lenticolare poiché non "coprono completamente" l'immagine che c'è "dietro". Quando ciò accade, si dice che ci sia un "effetto fantasma". Ad esempio, se un'immagine nera e un'immagine bianca intervengono in un motion o zoom, la modifica non sarà pulita ed efficace. L'immagine nera verrà visualizzata correttamente, ma l'immagine bianca potrebbe perdere luminosità e mostrare tracce dell'altra.

Indietro

Stampa lenticolare - effetto morphing

  • File PDF con 2 immagini (la prima e l’ultima della sequenza)
  • Risoluzione di 300 ppp
  • 2 mm di abbondanza
  • Formato CMYK

Hai solo bisogno di creare la prima e l'ultima immagine nella sequenza. La transizione di morphing tra le due immagini sarà sviluppata da Liceo Grafico.

Le immagini devono essere simili tra loro affinché l'effetto di morphing funzioni bene. Allo stesso modo, le immagini colorate e con texture funzionano meglio.

I colori spot (soprattutto il bianco) non sono la scelta migliore per la stampa lenticolare poiché non "coprono completamente" l'immagine che c'è "dietro". Quando ciò accade, si dice che ci sia un "effetto fantasma". Ad esempio, se un'immagine nera e un'immagine bianca intervengono in un morphing, la modifica non sarà pulita ed efficace. L'immagine nera verrà visualizzata correttamente, ma l'immagine bianca potrebbe perdere luminosità e mostrare tracce dell'altra.

Indietro

Stampa lenticolare - effetto 3D

  • File PSD separato per strati
  • Risoluzione di 300 ppp
  • Abbondanza di 2 mm (sopra e sotto)
  • Abbondanza di 5 mm (sinistra e destra)
  • Formato CMYK

Le immagini colorate e con texture funzionano meglio.

L'effetto di profondità 3D si ottiene utilizzando diversi livelli in un file PSD: ciascun livello corrisponde a un diverso grado di profondità. Pertanto, è necessario creare un file PSD diviso in livelli in cui ogni livello corrisponde a un diverso grado di profondità.

Gli elementi di uno strato che sono nascosti dietro gli elementi di un altro strato devono essere completi (senza spazi bianchi), anche se non sono visibili ad occhio nudo. Pertanto, è necessario che gli strati siano integri, anche se si tratta di una ricostruzione approssimativa. Detta ricostruzione dell'immagine può essere eseguita utilizzando lo strumento di clonazione di Photoshop.

Indietro